Tag : incorporazione

L’abuso del diritto e i sottili distinguo delle Entrate

Autori: Primo Ceppellini e Roberto Lugano
Testata: IPSOA Quotidiano

Le risposte dell’Agenzia delle Entrate agli interpelli in materia di abuso del diritto sono piuttosto confortanti. Ci sono però due fattispecie per le quali l’Agenzia ha introdotto sottili “distinguo” che possono far insorgere la contestazione di soluzioni adottate dai contribuenti:

  • la scissione di una società seguita dalla cessione della beneficiaria (o della scissa) quando la società ceduta è un’immobiliare;
  • l’acquisto di una società che ha ricevuto un’azienda per conferimento (o per scissione) che viene successivamente incorporata dall’acquirente.

Se ne parlerà nel corso del VIII Forum Tax, organizzato da Wolters Kluwer in collaborazione con RCS Academy, Corriere della Sera e ANDAF, in programma a Milano il 14 novembre 2019.

Le posizioni dell’Amministrazione meritano una riflessione critica…

CONSULTA LIBERAMENTE L’ARTICOLO COMPLETO

RICEVI NOTIZIE E APPROFONDIMENTI PERIODICI A CURA DEI PROFESSIONISTI CLA CONSULTING

Tax & Legal News 20 – 22 ottobre 2018

Bonus investimenti pubblicitari, gruppo Iva, voluntary disclosure, newco, patto parasociale, welfare aziendale. Sono alcuni dei temi trattati nella nuova Tax & Legal News, la newsletter di informazione fiscale e tributaria curata dei professionisti Cla Consulting. L’edizione del 22 ottobre 2018 è consultabile liberamente, insieme a tutti gli arretrati, nella sezione dedicata del nostro sito.

Ecco l’indice completo:

Interpretazioni

  • Bonus investimenti pubblicitari escluso per le newco
  • Il valore economico negativo di una partecipazione rappresenta il costo di acquisto
  • Dalle entrate tre principi di diritto sul gruppo Iva
  • L’incorporazione di una start up consente sempre il riporto delle perdite
  • Non è elusiva la scissione non proporzionale della società immobiliare
  • È elusivo il conferimento di partecipazioni in una newco da scindere

Giurisprudenza

  • Il patto parasociale vale anche se cambiano le percentuali di partecipazione
  • È valido l’accertamento fondato su dati reperiti presso il sito e-bay
  • È reato di riciclaggio l’utilizzo abusivo della procedura di voluntary disclosure
  • È elusiva la cessione ad una propria newco delle quote rivalutate
  • La perdite su crediti verso la controllante in procedura non è inerente
  • Il momento di effettuazione delle operazioni permutative

Dottrina

  • La società può liberamente modificare la data di chiusura dell’esercizio sociale
  • Dall’Assonime una circolare sul welfare aziendale

CONSULTA LIBERAMENTE IL NUMERO COMPLETO IN ARCHIVIO

La fusione inversa

La fusione inversa è il tema del nuovo Strumento che trovate online nella sezione dedicata del nostro sito, insieme alle altre pubblicazioni monografiche su temi fiscali e tributari curate dai professionisti CLA Consulting.

Con il termine fusione inversa si intende una  particolare forma di fusione per incorporazione in cui, contrariamente a quanto accade nella prassi, la società partecipata incorpora la società controllante. Il tema come di consueto è stato trattato in termini civilistici, contabili e fiscali, aggiornati a settembre 2018, analizzando nello specifico due casi:

  • la fusione inversa con annullamento delle azioni proprie;
  • la fusione inversa con assegnazione delle azioni proprie ai soci della controllante – incorporata.

Tra i documenti considerati ricordiamo la risoluzione dell’Agenzia delle entrate 24 maggio 2017 n. 62, che riguarda in particolare gli obblighi di ricostituzione delle riserve in sospensione di imposta nel patrimonio della società risultante dalla fusione.

CONSULTA IL DOCUMENTO COMPLETO IN ARCHIVIO

 

La fusione

La Fusione è il tema dello strumento mensile che potete trovare online nella sezione dedicata del nostro sito del nostro sito, insieme ad altre pubblicazioni monografiche curate dai professionisti CLA Consulting.

Lo studioè aggiornato a giugno 2018 aggiornata a giugno 2018 (avevamo pubblicato il precedente aggiornamento a luglio 2017). Esamina gli aspetti civilistici, contabili e fiscali relativi all’operazione di fusione, con un aggiornamento in particolare per quanto riguarda la ripartizione del credito d’imposta per le attività di ricerca e sviluppo nella fusione.

Su questo tema si fa riferimento alla circolare 16 maggio 2018 n. 10/E, in cui l’Agenzia delle Entrate ha esaminato i riflessi derivanti dalle operazioni straordinarie ai fini della fruibilità del credito d’imposta ricerca e sviluppo previsto dall’articolo 3 del D.L. n. 145/2013.

Di seguito l’indice del documento che può essere consultato e scaricato liberamente dal nostro archivio.

1. Aspetti civilistici

  1. Progetto di fusione
  2. Situazione patrimoniale
  3. Relazione dell’organo amministrativo
  4. Relazione degli esperti
    1. L’esonero dalla relazione degli esperti
  5. La delibera di fusione
  6. L’atto di fusione
  7. La fusione semplificata
    1. Fusione attuata mediante il leveraged buyout
    2. Fusione per incorporazione di società interamente possedute
    3. Fusione per incorporazione di società posseduta almeno al 90%
    4. Fusione cui non partecipano società con capitale rappresentato da azioni
  8. La Fusione inversa
    1. Orientamento favorevole all’applicazione della disciplina relativa alle azioni proprie alla fusione inversa
    2. Orientamento sfavorevole all’applicazione della disciplina relativa alle azioni proprie alla fusione inversa

2. Aspetti contabili

  1. Documenti contabili nell’operazione di fusione
  2. Situazione patrimoniale ai sensi dell’ articolo 2501-quater del Codice Civile
    1. Contenuto
    2. Criteri di redazione della situazione patrimoniale
  3. La determinazione del rapporto di cambio
  4. Bilanci e situazioni patrimoniali di chiusura della società incorporata o fusa
    1. Retroattività reddituale e contabile
    2. Contabilizzazione della fusione in caso di retrodatazione degli effetti contabili
    3. Contabilizzazione della fusione in caso di coincidenza degli effetti contabili e reali
  5. Primo bilancio successivo alla fusione (articolo 2504-bis, comma 4, del Codice Civile)
    1. Il bilancio di apertura
  6. Differenze di fusione
    1. Il disavanzo di fusione: trattamento contabile
    2. L’avanzo di fusione: trattamento contabile
  7. Primo bilancio successivo all’operazione di fusione
  8. Il bilancio di fusione e il bilancio consolidato
  9. Esempi

3. Aspetti fiscali

  1. Neutralità della fusione
    1. Neutralità in capo alle società
    2. Neutralità in capo ai soci
  2. L’affrancamento del disavanzo di fusione
    1. L’affrancamento previsto dall’articolo 172, comma 10-bis, del TUIR
    2. Il riallineamento delle attività immateriali e delle altre attività dalle operazioni straordinarie prevista dal D.L. n. 185/2008
    3. Il riallineamento previsto dall’articolo 15, commi 10-bis e 10-ter, del D.L. 29 novembre 2008 n. 186
  3. La ricostituzione delle riserve in bilancio
  4. Il regime fiscale dell’avanzo di fusione
  5. Il riporto delle perdite fiscali
    1. Disciplina generale
    2. L’estensione delle limitazioni previste per le perdite fiscali agli interessi passivi indeducibili e alle eccedenze  dell’agevolazione ACE
    3. I chiarimenti relativi al riporto delle perdite fiscali nella fusione
    4. Il regime delle perdite per le fusioni retrodatate
    5. Il riporto delle perdite fiscali nelle fusioni con indebitamento (c.d. “operazoni di leveraged buyout“)
  6. Le regole di determinazione del reddito
    1. La ripartizione del credito d’imposta per le attività di ricerca e sviluppo nella fusione
  7. Le imposte indirette
  8. I comportamenti elusivi nella fusione
    1. La normativa di riferimento
    2. La casistica
  9. La fusione e il consolidato fiscale
  10. La fusione transnazionale
    1. La normativa generale
    2. La normativa fiscale

CONSULTA IL DOCUMENTO COMPLETO IN ARCHIVIO