Tag : legge 205/2017

Carburanti e tracciabilità dei pagamenti

Recenti provvedimenti normativi hanno determinato la possibilità di documentare l’acquisto di carburante (benzina o gasolio) presso gli impianti di autotrazione attraverso l’utilizzo di mezzi di pagamento diversi dalla tradizionale “scheda carburanti”. È questo Il tema del mese di ottobre 2018, l’approfondimento a cura dei professionisti Cla Consulting consultabile sulla sezione dedicata del nostro sito. (Sempre sulle schede carburanti, si veda anche Il tema del mese di maggio 2018). I principali provvedimenti da considerare su questo tema sono la legge 205/2017 e del D.L. 79/2018.

A livello operativo, relativamente agli acquisti di benzina e gasolio, per i soggetti titolari di partita IVA è possibile:

  • continuare a utilizzare la scheda carburante fino alla data del 31 dicembre 2018;
  • in alternativa, a partire dal 1° luglio 2018, richiedere l’emissione di fattura elettronica.

Pertanto, fino alla data del 31 dicembre 2018:

  1. la scheda carburanti rappresenta un documento ancora idoneo, in alternativa alla fattura elettronica, per certificare gli acquisti di carburanti per autotrazione che sono effettuati dai soggetti IVA presso gli impianti stradali di distribuzione;
  2. è previsto l’esonero dall’utilizzo della scheda carburanti a condizione che l’acquisto dei carburanti venga effettuato attraverso l’utilizzo mediante mezzi tracciati.

A partire da queste linee generali l’argomento è stato approfondito prendendo in considerazione ulteriori specificazioni sul tema, tra cui i chiarimenti forniti dall’Agenzia delle Entrate con circolare 2 luglio 2018 n. 13.

CONSULTA LIBERAMENTE IL DOCUMENTO COMPLETO IN ARCHIVIO

Novità per le schede carburanti

Dal primo luglio 2018, con riferimento alle cessioni di benzina o di gasolio, la legge 27 dicembre 2017 n. 205 (“Legge di bilancio 2018”) ha introdotto:

  • l’abolizione della scheda carburante (comma 926);
  • l’obbligo di emissione della fattura elettronica (DM 55 del 3 aprile 2013) da parte degli impianti di distribuzione.

Relativamente a questa novità normativa l’Agenzia delle Entrate ha fornito specifici chiarimenti sulle modalità di emissione, trasmissione e conservazione dei documenti elettronici (circolare n. 8/E 30 aprile 2018  e provvedimento 89757 del 30 aprile 2018). Tutti questi argomenti sono trattati nel “Tema del mese” di maggio 2018, l’approfondimento a cura dei professionisti Cla Consulting consultabile sulla sezione dedicata del nostro sito. Il documento tratta anche di:

  • trasmissione della fattura elettronica tramite il Sistema di Interscambio (Sdi);
  • obbligo di provare le operazioni di acquisto mediante pagamenti tracciati;
  • modalità applicative della c.d. “fattura elettronica”;
  • novità per i gestori degli impianti di distribuzione;
  • periodo di sperimentazione e simulazione.